Possiamo parlare?

(spero solo di non suscitare casini… e comunque chissenefrega, altrimenti vuol dire che non ne valeva la pena!😀 )

Un paio di giorni fa è comparso un post sul planet internazionale di Ubuntu un po’ umoristico (almeno per me), riguardante una “extension” per il vostro (vostro perché non ne possiedo e molto probabilmente non ne possederò mai uno) iPod. Il prodotto in questione si chiama iGasm (non ricordo il link, googolate un po’…m attenti, potreste rimanere offesi!), e il nome dice già tutto!

Bene, questo post ha suscitato un po’ di scalpore tra alcuni lettori/lettrici del planet in quanto ritenuto immorale, offensivo… e si è concluso con l’uscita dal planet dell’autore stesso del post (uscita volontaria dopo la discussione avuta) e la cancellazione del post incriminato (e anche di tutti gli altri)…
Ora, che magari a qualcuno non piacesse l’oggetto in questione può passare, che forse qualcuno si scandalizzi a vedere o a sentir parlare di queste cose ancora la passo (tra l’altro il post non presentava niente di assolutamente offensivo o volgare)… ma che addirittura si metta in discussione la libertà di una persona di esprimersi, questo no!

Solo perché una persona si scandalizza a sentir parlare di “certe cose” altre persone non sono autorizzate a parlarne?

Mi sembra ci sia troppo “buonismo” in ciò… non puoi dire questo altrimenti quella persona potrebbe offendersi, bisogna stare attenti a quello che si dice per non offendere questo, quello e quell’altro… poi magari queste stesse persone rivendicano la loro libertà di parola… ma se la prendono se qualcuno in qualche modo li ha offesi… In questo modo non facciamo altro che limitare la nostra libertà di parola e la nostra stessa libertà.

Certo, libertà di esprimersi non significa dire tutto quello che passa per la lingua (attenzione non per il cervello) senza cognizione alcuna cadendo magari nel volgare, ma significa esprimersi civilmente ed educatamente anche riguardo argomenti che possono essere ritenuti “piccanti” (o qualsiasi altro argomento), facendo passare le parole per il cervello…

Siamo liberi e anche gli altri lo sono di ascoltarci/leggerci… non piace quello che abbiamo a dire? Basta che non ascoltino/leggano…

Solo perché una persona non si sente in qualche modo “sicura” di ciò che esprimo, questo non dovrebbe essere una limitazione alla mia libertà di esprimermi… e poi, insomma, siamo su internet, se ne vedono di cotte e di crude in giro per la rete (per non parlare di televisione e giornali) come si suol dire (che fa anche un po’ figo) siamo “out in the wild“.

Va beh, dai… sfogo finito…😀

1 commento
  1. Stanno messi davvero male questi, si scandalizzano per una pubblicità quando sulle nostre, e loro, televisioni passa di peggio, mah…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: